Bando per il sostegno di progetti ICT nelle PMI

Finanziamenti: dalla Regione Emilia Romagna un bando per il sostegno di progetti ICT nelle PMI

Con ordinanza nr. 345 del 02/12/2014 sono stati previsti contributi in conto capitale, per favorire la crescita delle imprese attraverso processi di innovazione con l’introduzione di ICT e modalità/strumenti innovativi di gestione.

Sono beneficiarie le PMI aventi sede legale e/o operativa nel territorio della Regione Emilia Romagna e il cui intervento sia realizzato in Emilia Romagna.

Sono ammessi gli interventi che riguardano l’introduzione di strumenti informatici e telematici avanzati e la loro integrazione con l’organizzazione aziendale.

SPESE AMMISSIBILI

A. ATTIVAZIONE DI SERVIZI DI CONNETTIVITA’ A BANDA LARGA
Sono oggetto di contributo le spese relative:
– all’acquisto e installazione dell’apparato di trasmissione e ricezione (router, modem, antenna o parabola);
– alla realizzazione di una rete LAN interna (anche in tecnologia Wi-Fi);
– all’upgrade di connettività a condizione che sia data dimostrazione di un effettivo miglioramento della connettività in download ed in upload (ad esempio banda minima garantita, aumento di banda rispetto alla connessione precedente).
Non sono riconosciute come ammissibili le seguenti spese (elenco non esaustivo):
– acquisto di apparati d’utente quali telefoni fissi e mobili (non smartphone), TV, telecamere – acquisto di centralini telefonici, stampanti e fax
– spese per materiali di consumo – spese per impianti di TV satellitare o digitale terrestre – spese di addestramento e formazione del personale
– spese per il traffico telefonico -– spese per il traffico dati.

B. ACQUISTO DI DISPOSITIVI E SERVIZI INFRASTRUTTURALI (hardware networking, digitalizzazione, storage, potenze di calcolo, personal computer, ecc.), di licenze software e di servizi applicativi necessari al conseguimento degli obiettivi dell’intervento, compresi gli interventi per la sicurezza informatica.

C. CONSULENZE SPECIALISTICHE correlate al progetto, finalizzate all’innovazione organizzativa e all’introduzione nell’azienda di strumenti informatici e telematici avanzati e alla loro valorizzazione produttiva, dimostrando la customizzazione delle soluzioni per l’impresa e la capacità di utilizzo delle nuove soluzioni da parte dell’impresa stessa. Sono ammissibili a contributo le spese sostenute per l’acquisizione di servizi di consulenze relativi all’installazione e/o personalizzazione di tecnologie dell’informazione a alla progettazione di software.Tali spese non potranno superare il 40% dei costi ammissibili del totale delle sopracitate voci di spesa A) + B).I costi attinenti alle consulenze specialistiche dovranno essere descritti nella relazione tecnica.
Non saranno comunque ammesse le consulenze ordinarie, contabili, fiscali, giuridico-amministrative, collegate alla certificazione di qualità, ecc.. Le consulenze dovranno essere rendicontate con regolari fatture.

CONTRIBUTO E VALIDITA’ DELLE SPESE

Il contributo sarà pari al 45% delle spese ammissibili (aumentato del 5% in caso di impresa femminile o giovanile).
Saranno esclusi i progetti la cui spesa ammissibile a seguito dell’istruttoria della Regione, risulta inferiore ai 20.000 euro, mentre il contributo massimo per progetto sarà di euro 50.000.
Le spese indicate dovranno essere sostenute a partire dal 01/12/2014 al 31/12/2015.

SCADENZA: dall’ 1/02/2015 al 31/03/2015

La domanda di contributo deve essere compilata tramite la specifica applicazione web, le cui modalità di accesso e di utilizzo saranno disponibili sul sito http://fesr.regione.emilia-romagna.it/ e sul sito Imprese http://imprese.regione.emilia-romagna.it/ dal 16 dicembre 2014.

 

Vuoi ulteriori dettagli?

TEL&CO vi segnala questa opportunità!
Tutte le pratiche saranno gestite dal nostro partner Cre.sco Srl.