privacy

La tua privacy è salva? Scoprilo con HAVE I BEEN PWNED

I furti di account sono sempre più diffusi: riescono a sottrarre le credenziali di qualunque sito, ottenendo dati digitali sensibili e mettendo a rischio la privacy degli utenti.

Se ripercorriamo le notizie degli ultimi anni, possiamo individuare tra le vittime di questi attacchi molti nomi dei social network più importanti al momento sulla piazza.
Nel panorama attuale, esiste un’ampia varietà di siti che permettono agli utenti di verificare se i propri account sono stati violati: uno di questi si chiama Have I Been Pwned?

HAVE I BEEN PWNED?

Have I Been Pwned è un’applicazione web creata da Troy Hunt: l’obiettivo principale è quello di informare gli utenti nel caso in cui uno dei loro account subisse un attacco.
L’utente può inserire l’indirizzo mail nella casella nella prima pagina e scoprire se il suo account di posta elettronica ha subito una violazione. Per tutti gli utenti registrati al sito, esiste la possibilità di ricevere una notifica che segnali il coinvolgimento in un data breach, per poter difendersi dalla minaccia. Questo sito offre anche la possibilità di avere una panoramica degli account la cui privacy è stata violata appartenenti ai principali siti web.

IL CONSIGLIO DEGLI ESPERTI

Ecco alcuni consigli per tentare di non diventare vittime di cyber attacchi e proteggere la tua privacy:
scegliere password sicure e difficili da scoprire: la sostituzione di una lettera con un simbolo non è più sinonimo di sicurezza.
evitare di usare password prevedibili: usare informazioni alla portata di tutti può risultare pericoloso: la data di nascita ad esempio può essere scoperta facilmente.
non usare la stessa password per più siti: scoprendola si può avere facile accesso a tutti i diversi account personali.
usare un gestore di password automatico, cioè un programma che fornisce all’utente parole casuali, lunghe e abbastanza complesse per ogni sito/account web. La sicurezza aumenta ulteriormente se viene utilizzata l’autenticazione a due fattori.

 

Vuoi saperne di più?