rete wifi

Perché serve una rete WiFi? Parte 1

Forse qualcuno non se ne è ancora accorto ma sui dispositivi utente ci sono sempre meno porte di rete. Se è vero che le vendite di PC fissi sono precipitate, è anche vero che, per esigenze di design, stanno sparendo le porte di rete dai PC portatili.
Quindi nella tua azienda entro pochi anni avrai il 90% dei dispositivi senza possibilità di collegarsi alla rete via cavo. E poi, sinceramente, se acquisto un portatile, lo faccio per poter lavorare in posti diversi e in mobilità, non per collegarlo ad una presa di rete.


E siamo ancora lontani dall’uso dei propri device da parte degli utenti, il famoso BYOD. Da qualche anno si specula sul fatto che sia o meno giusto permettere / costringere gli utenti ad utilizzare i propri device.
Ti rivelo una cosa: entro cinque anni non avrai più un telefono sulla scrivania. E un’altra: il 70% delle tue chiamate non saranno legate ad un numero di telefono. Le tue chiamate viaggeranno su IP, saranno dirette all’account di un social network (come Facebook) aziendale o personale, e verranno effettuate su un protocollo aperto, senza autenticazione (come la mail, ma in tempo reale).
Questo protocollo sarà Wildix WebRTC e lo userai per chiamare un servizio direttamente dal browser o da APP realizzate appositamente dai diversi Facebook.
Di queste conversazioni il 70% sarà originato da uno smartphone, il 25% da un tablet e il 5% da un PC portatile.
Per questo ti serve una rete WiFi. Portare oggi i classici 3 punti rete ad ogni postazione non è più un buon investimento.

Fonte: Stefano Osler – CEO Wildix – blog.wildix.com