fiap

Progetto

Infrastruttura Informatica

Settore merceologico:

Forniture Industriali

Esigenze

L’infrastruttura hardware presente,  diversificata nel corso degli anni, risultava non omogenea. A fianco di macchine fisiche 2003/2012 erano presenti due host Xen indipendenti sui quali giravano le macchine virtuali di Posta elettronica, CRM, applicativo magazzino e FTP. La gestione dei backup, pur garantendo sicurezza, non era gestita in modo ottimale: il software utilizzato era obsoleto, non compatibile pienamente con tutti i sistemi operativi presenti e non permetteva di effettuare backup completi delle macchine virtuali: il salvataggio veniva effettuato su TAPE e su una NAS esterna al CED come disaster recovery.
Un’altra problematica molto sentita era rappresentata dallo spazio di storage che risultava in esaurimento.
I PC utilizzati, per la maggior parte Windows XP, avrebbero richiesto un rinnovo sia hardware che software: erano quindi da sostituire. I sistemi operativi erano datati e lenti, l’hardware non garantiva prestazioni adeguate.

Il progetto di adeguamento dell’infrastruttura si è quindi prefissato i seguenti obiettivi:

  1. Passare ad un ambiente di desktop remoto che permettesse di aggiornare gli ambienti di lavoro degli utenti garantendo prestazioni superiori senza però dover aggiornare tutti i PC
  2. Aumentare lo spazio di storage
  3. Aggiornare i server che non erano più in manutenzione ed avevano sistema operativo datato (Windows server 2003) non più seguito da Microsoft.
  4. Ottimizzare i backup diminuendo i tempi dei salvataggi e avendo la possibilità di salvare completamente le macchine virtuali per avere piena copertura in caso di disaster recovery
  5. Garantire alta affidabilità in caso di guasti hardware
  6. Rendere omogenea l’infrastruttura di virtualizzazione
  7. Migliorare le prestazioni generali rispetto all’infrastruttura presente.

Soluzione Implementata e Benefici

La soluzione proposta si è basata su:

  • la dismissione delle attuali macchine fisiche 2003 con migrazione dei servizi sulle nuove VM;
  • il passaggio ad un’infrastruttura di virtualizzazione basata su un cluster hyper-v 2012 r2;
  • lo spostamento delle macchine virtuali dalle due macchine Xenserver al nuovo Hyper-v;
  • l’utilizzo di Veeam come software di backup sia per le VM Linux che Windows;
  • l’ installazione di una macchina Windows 2012 r2 con servizi di remote desktop sulla quale far lavorare gli utenti al posto del proprio PC;
  • Il recupero di una macchina fisica (relativamente recente) da utilizzare come backup server fisico;
  • l’utilizzo di soli prodotti di qualità ed alta affidabilità.

La nuova infrastruttura realizzata conta dei seguenti componenti:

  1. 1 server DELL VRTX composto da due lame (espandibile a 4) ciascuno dotato di 2 processori, 64 GB di ram, 10 dischi configurati in RAID10, 12 schede di rete Gigabit suddivise tra le due lame.
  2. 1 NAS con 2 dischi da 4 TB configurati in RAID 1 (4 TB utili)
  3. Switch di rete con porte al Gigabit
  4. Cluster Hyper-v
  5. Software Veeam backup
  6. Macchina fisica recuperata per la gestione dei salvataggi

Sulle due lame del cluster Hyper-v girano tutte le macchine virtuali sia Windows che Linux che forniscono servizi di domain controller, remote desktop, applicativo gestionale del magazzino, CRM ,server di posta Zimbra ed FTP.
E’ stata riutilizzata una macchina fisica per fare da backup server fisico tramite Veeam: questo garantisce un salvataggio e un ripristino completo delle macchine virtuali in caso di problemi di avvio delle stesse oltre al recupero dei dati che un backup ‘classico’ deve fornire.
Le due lame sono in cluster e le macchine virtuali posso girare su qualsiasi dei due nodi garantendo comunque il servizio in caso uno dei due nodi presenti malfunzionamenti hardware.
I backup di Veeam vengono effettuati su una NAS che a sua volta replica i dati su due dischi esterni che a rotazione vengono messi in sicurezza in modo da offrire un servizio di disaster recovery.
I profili degli utenti sono stati configurati su RDS (desktop remoto) e i pc sono ora utilizzati solo come terminali per collegarsi al server.

”La nuova infrastruttura ha portato un miglioramento delle prestazioni in generale. Ha permesso di velocizzare il lavoro degli utenti migrati sull’ambiente di desktop remoto, che garantisce ottime prestazioni, e ci ha permesso di continuare ad utilizzare i client esistenti come terminali. Abbiamo migliorato anche i tempi di backup/restore ed incrementato la sicurezza in caso di disaster recovery. La virtualizzazione con il passaggio ad hyper-v, ha reso l’intera infrastruttura molto performante, altamente affidabile ed omogenea.
I sistemi operativi dei server e l’hardware sono stati aggiornati con una copertura di assistenza hw garantita entro le 4 ore. Inoltre l’incremento dello storage ci permette di lavorare in massima tranquillità senza il costante allarme di esaurimento degli spazi disponibili”

Resp.EDP – Fiap Spa

L’Azienda

Dal 1978 FIAP S.p.A. è leader di mercato nel settore delle Forniture Industriali, offrendo alla clientela la propria competenza sulle Apparecchiature Pneumatiche (cilindri pneumatici, cilindri inox, valvole pneumatiche, elettrovalvole pneumatiche, manometri, vuotometri, attuatori pneumatici, pompe da vuoto, generatori di vuoto) e sulle Trasmissioni Meccaniche (riduttori motovario, motoriduttori motovario, variatori di velocità, riduttori coassiali, sistemi seriali, regolatori proporzionali)
Da sempre l’impegno organizzativo aziendale è volto alla soddisfazione del cliente, attraverso la consulenza, la vendita e un elevato supporto tecnico-commerciale sui cablaggi e gli assemblaggi post vendita.

Case History