loading_spinner

Le nostre soluzioni

La competenza certificata, la continua formazione e l’aggiornamento del nostro personale ci permettono di realizzare soluzioni tecnologiche sempre al passo con i tempi e avanguardia.

I nostri servizi

Servizi sistemistici offerti per il supporto tecnico delle infrastrutture informatiche della tua azienda, consentendoti di lavorare in serenità e di concentrarti sul tuo Core Business.

I servizi sono curati dal nostro team di esperti che, grazie a una esperienza ventennale, garantisce il funzionamento quotidiano dei tuoi sistemi IT.

Come conservi il contenuto della tua PEC?

Il contenuto della PEC va conservato a norma, pena l’invalidità giuridica del documento in caso di eventuale contenzioso.

Il Codice Civile agli artt. 2214 e 2220 prevede l’obbligo di conservazione della corrispondenza commerciale per 10 anni, ivi compresa la posta elettronica e quella certificata.

La maggior parte dei gestori di PEC Posta Elettronica Certificata (InfoCert, Aruba, Namirial, Poste etc), offrono certificati di validità triennale: ciò vuol dire che dopo 30 mesi i messaggi PEC, se pur tenuti nella web mail, non sono sottoposti a processo di consolidamento probatorio, perdendo opponibilità rispetto ai terzi.

Il consolidamento probatorio si concretizza nel conservare i messaggi PEC. Così con le caratteristiche di inalterabilità ed immodificabilità legalmente previste, garantite da specifici software e dall’attivazione di opportune procedure (conservazione digitale, effettuata secondo ll DPCM 03 dicembre 2013 pubblicato in data 12 marzo 2014).

Procedere a una sistematica conservazione dei messaggi di posta elettronica certificata è obbligatorio per i documenti digitale, quali sono i messaggi PEC. Il certificatore è obbligato unicamente a tenere traccia delle informazioni che viaggiano attraverso il canale PEC per 30 mesi. In questo periodo il certificatore deve mantenere per legge i “log” che costituiscono la traccia ma non il contenuto del messaggio. Se una controversia dovesse vertere sul contenuto del messaggio, i log del gestore NON costituirebbero una prova opponibile a terzi.

Servizio di LegalDoc

TEL&CO propone la PEC LegalMail che prevede l’integrazione con il servizio LegalDoc per la gestione del sistema di conservazione.

legaldoc

L’integrazione di Legalmail con il sistema di conservazione LegalDoc è disponibile direttamente dalla webmail di Legalmail; consente all’utente di decidere autonomamente di inviare in conservazione tutti i messaggi (in entrata e/o in uscita), ma anche di sceglierne solo alcune tipologie.

Così i messaggi (e gli eventuali allegati) vengono ricevuti negli Internet Data Center di InfoCert e conservati a norma di legge, attraverso il servizio LegalDoc, per tutta la durata del contratto Legalmail.
La conservazione dei documenti eml è effettuata mediante memorizzazione su supporti non riscrivibili e termina con l’apposizione, sul singolo documento, della marca temporale e della firma digitale da parte del Responsabile della conservazione e attesta il corretto svolgimento del processo.

La ricerca di un messaggio conservato si effettuata dalla webmail attraverso molteplici parametri di selezione (range date, mittente, oggetto, ecc.); anche la visualizzazione del messaggio conservato (esibizione a norma) avviene richiamandolo in modo trasparente per l’utente; si visualizza il documento eml direttamente dall’archivio LegalDoc, con garanzia della sua opponibilità a terzi.

Ecco lo schema di funzionamento di LegalDoc integrato in Legalmail.

LEGAL DOC

Hai una casella PEC di Legalmail?
Attiva anche il servizio di Conservazione LegalDoc!

Vuoi saperne di più?

Eventi

Sophos Day 2022

Sophos Day25 Ottobre 2022 | Ore 12:30 – 17:30@ Hotel Principe di Savoia, Milano Quanto ti preoccupa la cybersecurity? Ti

Rimaniamo in contatto: iscriviti alla Newsletter!

Ti inviamo gli aggiornamenti e le ultime novità dal mondo IT!