Perchè la sicurezza IT è una priorità assoluta?

Una nuova ricerca di Fortinet sulla “Global Enterprise Security” rileva come ancora oggi,  nonostante i continui attacchi informatici di alto profilo,  la cybersecurity sia percepita NON come una priorità assoluta e di fondamentale importanza.
Gli IT manager prevedono tuttavia che il percorso di migrazione verso il cloud delle aziende renderà la sicurezza una priorità sempre crescente e la tematica dovrà essere affrontata anche in sede di consiglio di aministrazione.

Sono tre i fattori chiave che rendono la sicurezza informatica una priorità assoluta:
  1. Aumento esponenziale degli attacchi informatici sempre più a livello globale. Sono l’84% le aziende che dal 2015 ad oggi hanno subito un attacco informatico di qualche tipo: c.a. il 49% è stato colpito nella modalità “classica” ossia, attraverso un ransomware, uno dei malware più comuni che limita l’accesso del dispositivo che infetta, e poi ne  richiede un riscatto.
  2. Maggiore pressione dal nuovo Regolamento Europeo. Più del 33% degli intervistati dichiara di non conoscere le nuove normative e di non avere ancora chiaro come affrontare il GDPR. Anche se non sono ancora definite le modalità di accertamento che verranno adottate, il rischio di sanzioni, derivanti dalla mancata conformità dopo il prossimo 25 maggio, sta spingendo molte aziende ad agire in tempi ormai ristretti.
  3. Migrazione verso il cloud. Poiché le aziende intendono migrare verso il cloud nell’ambito del proprio percorso di trasformazione digitale, il 77% degli ITDM ritiene che la sicurezza stia diventando una priorità crescente. L’83% degli intervistati afferma inoltre che la cloud security – unitamente agli investimenti in sicurezza a supporto di essa – rappresenti sempre più una priorità assoluta per il consiglio di amministrazione. In virtù di ciò, quasi la metà dei partecipanti all’indagine (48%) ha in programma investimenti in cloud security nei prossimi 12 mesi.
Il management non considera la sicurezza informatica una priorità assoluta

l 72% degli intervistati afferma che il budget IT è aumentato rispetto all’anno scorso, ed il 53% sostiene di aver investito oltre il 10% del proprio budget IT in sicurezza, anche se un buon 44% dei responsabili IT italiani ritiene che la sicurezza informatica non rappresenti ancora una priorità assoluta per il consiglio di amministrazione della propria azienda.

Il nuovo GDPR – General Data Protection Regulation, attuativo dal 25 maggio, rappresenta un’ottima opportunità non solo per allinearsi alla normativa ma soprattutto per dare visibilità, anche in sede di consiglio di amministrazione, degli interventi necessari per ottimizzare la sicurezza dei dati e delle informazioni, vero patrimonio delle nostre aziende.

Vuoi saperne di più?

Fonte dei contenuti : http://www.bitmat.it  – https://www.techfromthenet.it